Torna a contenuto principale
   

CONTATTI
Atterrato dal Congo volo di Stato italiano

01/08/2014
Congo

 

COMUNICATO STAMPA

 

Si è conclusa con successo l’operazione umanitaria salvavita organizzata dalla Fondazione InSé Onlus guidata da Iole Cisnetto. Quattro bambini malati, ospiti della Pediatria di Kimbondo (Repubblica Democratica del Congo), sono atterrati in Italia con un volo dell’Aeronautica, e sono stati trasportati al Gaslini di Genova e al Sant’Eugenio di Roma per ricevere le cure necessarie.
 
Roma-Kinshasa-Roma, la vittoria della speranza. Si è conclusa con successo l’operazione salvavita per portare quattro bambini africani malati in Italia. Il volo di Stato, messo a disposizione del Governo su richiesta del nuovo ambasciatore italiano a Kinshasa, Massimiliano D’Antuono, in collaborazione con l’Aeronautica Militare, è partito stamattina dall’Africa e atterrato la sera del 1° agosto in Italia, prima a Genova e poi a Roma. A bordo i quattro bambini congolesi, Vittorio (15 mesi), Daniel (4 anni), Cordie (9 anni) e Nathalie (14 anni), ospiti della Pediatria di Kimbondo, a circa 35 km da Kinshasa, che si apprestano ora a ricevere le cure mediche specializzate che il loro Paese non è in grado di offrire. I primi due sono affetti da una grave forma di cardiopatia, con il piccolo Vittorio in pericolo di vita, mentre le due bambine soffrono di un alto grado di ustioni su tutto il corpo. L’aereo è atterrato prima a Genova, per lasciare Vittorio e Daniel che sono stati trasportati con l’ambulanza all’Ospedale Gaslini, dove saranno operati, e poi ha proseguito per Roma, dove Cordie e Nathalie saranno ricoverate al Sant’Eugenio.
Ad accompagnare i bambini a bordo dell’aereo c’erano Iole Cisnetto, presidente della Fondazione InSé Onlus, che ha seguito personalmente tutte le operazioni di questa missione salvavita, Padre Ugo Rios, fondatore della Fondazione Pediatrica di Kimbondo, e il Dr. Emanuele Ausili, pediatra del Policlinico Gemelli di Roma e presidente dell’associazione La Terrazza dell’Infanzia, che sostiene anch’essa la Pediatria di Kimbondo. La Fondazione InSé, La Terrazza dell’Infanzia ed altre associazioni hanno dato vita al network “Hub for Kimbondo”, per migliorare la capacità di coordinamento delle iniziative umanitarie.
 
I due bambini affetti da cardiopatia saranno operati all’ospedale Gaslini dal Dr. Lucio Zannini e la sua equipe. La Regione Liguria, tramite il Vicepresidente e Assessore alla Salute, Claudio Montaldo, ha finanziato tutte le spese. A Roma le due bambine colpite da gravi ustioni saranno curate nel reparto di Chirurgia ricostruttiva dell’Ospedale Sant’Eugenio, dall’equipe del Prof. Baiocco. Il finanziamento di questi due interventi è stato assicurato dalla Fondazione InSè, direttamente e per il tramite di donazioni di privati.
Il successo di questo viaggio umanitario “salvavita” dimostra come sia fondamentale, in operazioni come queste, la capacità di abbinare solidarietà ed efficienza organizzativa. È proprio questo uno dei punti di forza della Fondazione InSé Onlus, che da anni sostiene la Fondazione Pediatrica di Kimbondo, creata nel 1989 oltre da padre Hugo Rios e dalla Dottoressa Laura Perna, oggi novantacinquenne, per accogliere i bambini malati, abbandonati, orfani, privi di mezzi di sostentamento, al fine di dare loro assistenza medica e socio-culturale. Oggi l’Ospedale ospita circa 1000 bambini ed è diventato un punto di riferimento sanitario gratuito per tutta Kinshasa.

 

Consulta la Rassegna Stampa

 

Guarda il video: http://youtu.be/Y93b8r68AIo


« torna alla pagina degli eventi  


Galleria Fotografica :
© 2010 Fondazione InSé Onlus | C.F. 97579590585